Marcellooo.fr Blog Voyage Travel Viaggio Italie Illustration Jdan

A TRAVEL, CULTURE & PASTA! BLOG

MARCELLOOO.FR

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon

A MUNTAGNA ETNA

27.10.2019

Introduzione ad un viaggio Lunare...

 

Il vulcano attivo più alto d'Europa impressionna. Dal suo aspetto (oltre 3350 m sul livello del mare), dai suoi colori, dai suoi odori, dalle sue vibrazioni, dai suoi tremori. Ma anche dalle sue leggende e superstizioni.

A Catania, siamo diffidenti ma lo ammiriamo. Gli aerei girano attorno ad esso, adattandosi ai venti contro le sue cime.

Il vulcano contribuisce ad offrire un panorama eccezionale, il Mar Mediterraneo ai suoi piedi.

Al mattino presto, si rivela spesso chiaramente. Durante la giornata, le sue nubi di fumo a contatto con l'aria creano nuvole sempre più dense, come se cercasse di svanire.

I siciliani lo chiamano "a' muntagna", la montagna. In una giornata limpida, può essere visto da Siracusa (circa 100 km a sud) o da Caltanissetta al centro della Sicilia (a più di 150 km di distanza).

 

La montagna è abitata fino a 1000 metri circa. Inoltre, e fino al suo punto più alto, è accessibile solo per escursioni, trekking o sport invernali.

Fino ad aprile, si può sciare la mattina sulle cime innevate e nuotare nel pomeriggio sulle sue rive, col primo caldo della primavera.

L'estate rimane la stagione più piacevole per avventurarsi lì, per godersi il panorama e le temperature miti.

La montagna ha mille storie da raccontare, dopo aver subito grandi trasformazioni a causa di spettacolari eruzioni, che hanno forgiato il suo mito. Ispira anche l'architettura urbana circostante e influenza una nuova generazione di designers come Made a Mano.

L'Etna ha tante risorse, compresa la sua terra estremamente fertile. Dà vita a vini delizosi (Etna DOC), agrumi (arance, limoni, pompelmi), miele (di Zafferana Etnea), pistacchi (di Bronte), fichi d'india...

Ma come ogni vulcano attivo, porta anche la sua lista di vincoli: clima di montagna, scarichi di cenere, flussi di lava, chiusure di strade, del traffico aereo a Catania o, a volte, l'evacuazione delle popolazioni. La sorveglianza è quotidiana. Dopotutto, dobbiamo adattarci, queste sono le leggi della natura.

 

 

Per una scoperta ottimale del vulcano, andate accompagnati da guide professionali (è comunque obbligatorio per raggiungere il cratere principale).

L'Etna merita di essere compreso, raccontato e rispettato. L'agenzia Etna Finder è composta da una team appassionata e multilingue che offre diverse opzioni per escursioni, mezza giornata o giornata intera, spesso in piccoli gruppi.

Soggiornare sui fianchi del vulcano è un must per qualsiasi soggiorno in Sicilia. Tra Catania e Taormina sono disponibili numerosi alloggi, dall'agriturismo ai più bei palazzi, dalle catene alberghiere ai boutique hotel.

Come sapete, a Marcellooo piace particolarmente quest'ultima opzione e ha scelto lo Zash Hotel. Per vivere un'esperienza culinaria e di design, ai piedi della "muntagna".

Un'altra bella possibilità, questa volta sulle pendici dell'Etna: il Talè Resort.

 

 

Alexandre Dumas, Le speronare, 1842.

Per tre quarti d'ora, lo spettacolo aumentò solo in magnificenza. Ho visto il sole sorgere sulle Righi e sul Faulhorn, questi due titani della Svizzera: niente è paragonabile a quello che vediamo dalla cima dell'Etna. Calabria, dal Pizzo al Capo degli Armi, lo stretto da Scilla a Reggio, il Mar Tirreno e il Mar Ionio; a sinistra, le isole Eolie, che sembrano a portata di mano; a destra, Malta, che galleggia all'orizzonte come una nebbia; intorno a sé, tutta la Sicilia, vista in linea d'aria, con le sue insenature, promontori, porti, baie; le sue quindici città, i suoi trecento villaggi; le sue montagne che sembrano colline; le sue valli, dove passano i solchi degli aratri; i suoi fiumi, che appaiono fili d'argento, quando in autunno scendono dal cielo sull'erba dei prati; infine, l'immenso cratere, ruggente, pieno di fiamme e di fumo; sulla sua testa il cielo, sotto i suoi piedi inferno; un tale spettacolo ci ha fatto dimenticare tutto, fatica, pericolo, sofferenza. Ammiravo interamente, senza restrizioni, in buona fede, con gli occhi del corpo e gli occhi dell'anima. Non avevo mai visto Dio così vicino, e perciò così grande.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Partager sur Facebook
Partager sur Twitter
Please reload

 ♡​ 

Please reload

  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • YouTube - Black Circle

INSTAGRAMOOO!