Marcellooo.fr Blog Voyage Travel Viaggio Italie Illustration Jdan

A TRAVEL, CULTURE & PASTA! BLOG

MARCELLOOO.FR

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon

LE ISOLE EOLIE

15.07.2017

 

Dimenticate le Cicladi… Al nord-est della Sicilia, spuntano, dalle limpide acque del mar Tirreno, 7 isole selvagge e protette.

 

Le Eolie, affascinanti Isole che nella mitologia greca furono dimora di Eolo, re dei venti. Paesaggi vulcanici con le fumarole di due vulcani attivi. Le spiagge di sabbia nera e l’inebriante profumo delle piante aromatiche. Ogni isola ha il suo fascino e un’atmosfera singolare. Alcune di queste sono popolate da solo qualche decina di abitante. 

Per raggiungere questa destinazione è necessita l’utilizzo di diversi mezzi di trasposto. Tutto ciò scoraggia alcuni turisti che lasciano così il posto ai più temerari. Uno sforzo però subito ricompensato da una bellezza che ci disorienta.

Per questo primo viaggio Marcelloooo! decide di restare 5 giorni a Lipari per scoprire 3 altre isole: Vulcano, Panarea e Stromboli.

 

LIPARI


Lipari è la più grande dell’arcipelago. È l’isola con più abitanti ed inoltre è la meglio servita dai trasporti.Ecco come arrivarci: una volta raggiunto l’aeroporto di Catania in Sicilia, bisogna contare 2 ore di strada verso nord per raggiungere Milazzo. Da qui partono le principali linee di traghetti verso le Isole Eolie. Lipari si raggiunge in 1 ora.

Se avete noleggiato un’automobile, a Milazzo ci sono molte possibilità per sostare il veicolo. Una navetta vi porterà al porto. Contate circa 10€/al giorno al Garage delle Isole.

Raggiunta la destinazione, lo scooter è l’ideale per spostarsi facilmente.

Una volta sbarcati al porto di Marina Grande a Lipari si è immediatamente sorpresi dalla vivacità del luogo. Il ritmo è scandito dal vai e vieni dei battelli e delle barche dei pescatori. Generalmente il vostro hotel o b&b organizza il transfer per portarvi fino alla vostra residenza. L’atmosfera è rilassante, tipica di un autentico borgo insulare italiano. Stradine ciottolate, facciate colorate, panorami sulla Cittadella arroccata. Rapidamente ci si rende conto del ricco passato di questi luoghi. Per capirlo meglio, visiteremo il museo archeologico che ripercorre la storia dei primi abitanti di Lipari. I resti dei primi insediamenti risalgono al IV millennio a.C.

 

Partiamo con lo scooter sulla strada costiera a strapiombo sul mare. Ci alziamo un po’ in quota avvicinandoci a Canneto, un paese tutto colorato. Il panorama è da sogno; il sogno di una bellissima vacanza all’italiana. Soggiorneremo all’Hotel Cutimare in riva al mare nel piccolo borgo di Acquacalda. Situato a 20 minuti a nord del comune di Lipari proprio di fronte all’isola di Salina. L’estrazione della pietra pomice fu qui per parecchio tempo l’attività principale. Oggi restano alcune cave abbandonate e la pace. Il suono dei clacson, l’eco dei “ciao” e il passaggio di qualche turista sono l’anima di questa quiete tipicamente mediterranea. Senza dimenticare lo scoccare del campanile.

Aperitivo al tramonto al Naghet: la quiete davanti al mare.

Ringraziamo l'agenzia Ulisse, specialista della Sicilia, per i suoi ottimi consigli.

Per cenare degustando del pesce, un’istituzione del luogo è Da Filippino nell’antica cittadella. Nell’entroterra di Lipari, Le Macine, propone una cucina tipica e familiare. Capperi e fiori di cappero si ritrovano in molti piatti. Assaporeremo a fine pasto il dolce vino bianco locale, la Malvasia nella sua versione liquorosa, prodotta dall’uva appassita al sole. Il profumo è fruttato ed il color ambrato. Ne sorseggeremo un bicchiere nel cuore del paese, al Giardino di Lipari, un’autentica oasi immersa nel verde.

 

Per un bagno, la spiaggia di Valle Muria è l’ideale per un bagno rinfrescante. Una spiaggia di ciottoli neri ai piedi di un’alta scogliera; l’acqua è limpida! Per arrivare qui è necessario percorrere circa 15 minuti su un piacevole percorso trai i profumi di fichi d’india, di macchia mediterranea e di finocchio selvatico. In una grotta, antico riparo dei pescatori, c’è un bar che propone bibite e snack, ideale per una sosta-aperitivo. Il ritorno in salita è un po’ più impegnativo.

Sono numerose le attività che propone l’isola; per i più sportivi ci sono diversi percorsi di trekking e si possono anche fare bellissime immersioni.

Attraversando la campagna di Quattropani gli imponenti pini ci proteggono dal sole. Partiamo con destinazione le antiche terme di San Calogero dove effettueremo una visita.

Con lo scooter si possono percorrere facilmente le strade tortuose al ritmo degli abitanti del luogo.

Noleggio: circa 20€ al giorno. Altra soluzione, gli autobus ma bisogna avere molta molta pazienza.

 

NAVIGARE DA ISOLA A ISOLA

 

Quando si soggiorna nelle Eolie immancabili sono le gite in barca per ammirare lo splendore dell’arcipelago. Grazie alla barca, si possono passare delle piacevoli giornate a fare immersioni, bagni in mare oppure e passeggiate sulle diverse isole. La partenza si effettua dal caratteristico porto di Marina Corta. Amici delle Eolie propone uscite in mare in piccoli gruppi (in media une dozzina di persone); l’ufficio delle prenotazioni si trova nella via principale di Lipari: il Corso Vittorio Emanuele II. Questa famiglia di appassionati vi svelerà sicuramente qualche segreto dell’arcipelago.

Tra 20 e 25€ per persona. È possibile la privatizzare della barca.

 

Vulcano

 

È la più vicina a Lipari, dista soli 20 minuti in battello. Si passa vicino ai faraglioni di Lipari, alla Baia dei Fichi e anche alla Piscina di Venere con il mar dal color turchese. Pranzo sulla spiaggia dell’Asino, la sabbia tutta nera è fine e brillante. Un ristorante sulla spiaggia per fare una pausa con una pizza oppure per scoprire la schiacciata, una variante della focaccia che assomiglia ad una bruschetta farcita di prodotti freschi. Vulcano è conosciuta anche per i benefici delle sue sorgenti termali. Ci immergiamo una quindicina di minuti in una pozza di fango bollente carica di zolfo dalle virtù terapeutiche. Arrivando in barca, l’odore di zolfo si comincia già a sentire appena ci si avvicina a questa parte dell’isola. Prevedere un costume da bagno a cui non tenete particolarmente o comprarne uno in loco.

 

Stromboli

L’isola prediletta di Marcellooo!

 

Stromboli - Terra di Dio è il titolo del film di Roberto Rossellini uscito nel 1949. Ingrid Bergman abbandonò Hollywood per le riprese movimentate di un film che ha osato muoversi dallo stile documentaristico alla fiction fino ad arrivare anche a parlare della vita sulla terra vulcanica. La sua relazione con il realizzatore italiano generò uno scandalo planetario. La “casa Ingrid” dove l’attrice ha vissuto e dove restò incinta durante le riprese del film è tutt’ora presente sull’isola e per gli amanti del cinema è anche possibile affittarla. 😃

Appena posati i piedi nella sabbia, sentirete uno strano sentimento, qualcosa di veramente particolare. Lo Stromboli, è uno dei vulcani più attivi al mondo e talvolta le sue eruzioni possono essere potenti… Soltanto un terzo dell’altezza totale del vulcano è visibile, il resto è sommerso nell’acqua del mare.Prendiamo la via Roma, che diventa subito dopo la Via Vittorio Emanuele per una passeggiata inattuale. Un paesaggio lunare, scuro, bruciato da una parte; dall’altra, una dolce discesa verde ed abitata fino giù, verso il mare. Vigne, piante mediterranee, agrumi. Un contrasto sorprendente.

 

 

Arrivati ad una località chiamata Piscità; poco lontano dalla chiesa di San Bartolomeo; iniziano alcuni sentieri che portano fino al cratere. Fino al belvedere sulla Sciara del Fuoco, situato a 400 m di altitudine, i percorsi sono accessibili a tutti. Dopo questo punto è obbligatorio continuare con una guida esperta fino al cratere situato a 924 m. Contate circa 5 - 6 ore di cammino per assistere, dopo il tramonto, allo spettacolo delle eruzioni. Bisogna essere un po’ pazienti ma lo spettacolo di lapilli sarà ben visibile anche dalla barca.

Un’isola molto intensa che non lascia indifferenti.

 

Panarea 

 

La più piccola dell’arcipelago ma anche la più estroversa. I muri di calce bianca e le imposte delle finestre blu danno davvero all’isola un’aria di Cicladi. (Vi rassicuriamo, amiamo le Cicladi). Avvicinandosi a San Pietro, il porto principale, si comincia a intravedere il profilo dei lussuosi hotel e delle ville dalla bella architettura. Tutto è facilmente accessibile a piedi e quindi il traffico è davvero quasi assente.Durante la stagione estiva, i personaggi della moda e del cinema soggiornano nelle loro ville o sui loro yachts per approfittare dell’acqua azzurra, dei magnifici fondali marini e assaporare l’aria chic di Panarea.

 

Ci ritorneremo, sicuro! Le prossime isole da visitare: Salina, Filicudi e Alicudi.

 

Un immenso Grazie agli Hotels Eolian e all'agenzia Ulisse Tour Operator a Palermo per la collaborazione. 

 

 

 

Partager sur Facebook
Partager sur Twitter
Please reload

 ♡​ 

Please reload

  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • YouTube - Black Circle

INSTAGRAMOOO!