Marcellooo.fr Blog Voyage Travel Viaggio Italie Illustration Jdan

A TRAVEL, CULTURE & PASTA! BLOG

MARCELLOOO.FR

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon

IL MITO CAPRI

01.05.2016

Alla punta della costiera Amalfitana, una piccola isola sta fronte al Vesuvio nel golfo napoletano.  

Si accede lì dal porto principale di Napoli, il Molo Beverello, in 45 minuti circa di traversata con l'aliscafo, direzione: Capri. Arrivati al porto di Marina Grande, raggiungete con la funicolare il centro vivace dell'isola, Capri-città.


L'Isola Azzurra si rivela perfettamente in bassa stagione (maggio per Marcellooo). Clima mediterraneo dolce, ideale per visite e colazioni seduti in terrazza. Traffico fluido sulle strade strette e ripide. Tuttavia, anche a questo periodo, non si eviteranno i gruppi di crocieristi, in transito per alcune ore.

 

Natura Selvaggia


Macchia e pini marittimi, fiori brillanti e profumati, vigneti, agrumi ed olivi. Da uno dei numerosi belvederi dell'isola (Punta Cannone, o quelli dei giardini di Augusto) si ammiranno le impressionanti pareti rocciose ed i Faraglioni, al sud, le tre rocce emergenti dal mare, diventati iconici. Su questa isola ai rilievi a precipizio, le scale disegnano un motivo ricorrente nella natura selvaggia per accedere alle case come alle spiagge. Si immerge nel blù profondo, o piuttosto le diverse armonie di blù: cielo, mare, piscina, ceramica e anche nell'architettura. Vi offriamo la colonna sonora qui :)

 

 

 

Fascino

 

Si dice che è " uno dei punti magnetici dell'universo", l'isola affascina dall'antichità ad oggi delle personalità singolari, aristocratici, borghesi, scrittori ed artisti. #siconcentra, un pò di storia.

Si può visitare il sito archeologico della Villa Jovis, dell'imperatore Romano Tiberio, così come la Villa San Michele ed il suo giardino con vista panoramica, fondati dal medico filantropo e scrittore Axel Munthe nel XVIII secolo. 

 

 

 

O allora vedere dopo una bella e LUNGA marcia, il progetto iniziato negli anni 30 dall'architetto razionalistico Adalberto Libera, la Villa Malaparte col tetto-scala (che permette questa volta di accedere al cielo) - diventata famosa nel film "Il Disprezzo" (Jean-Luc Godard,1963). Tra fantasma e realtà, Jacky Kennedy, Grace Kelly & il Principe Rainier, Sophia Loren, Cocteau o ancora Picasso cede al fascino dell'isola. I negozi di lusso si sviluppano allora intorno alla  Piazzetta. Estate 2016, si vede Beyonce al ristorante Aurora Capri, luogo di pellegrinaggio delle VIP di passaggio. #anchiocistavo

 

 

 

Con vista


A Capri, si può approfittare ogni mattina di una camera con vista sull'orizzonte, in mezzo ai pini, a Casa Morgano Hotel . Per la cena, situato ad alcuni passi via un vicoletto infiorito, sedetevi mentre inizia il tramonto, a Terrazza Brunella con vista di fronte al mare ed al comune di Capri. Vi suggeriamo in primo piatto la specialità locale, il risotto al limone, la frutta inevitabile dell'isola. Per il secondo piatto, scegliete, a seconda della pesca, la Pezzogna* orata locale alla carne bianca e fondente. Alla fine della cena, nessun ristorante dimenticherà di proporvi o di offrirvi un limoncello. Nel caso, un liquore tipico della regione, ottenuto da macerazione di scorze di limone, spesso molto dolce. Piccolo rito autorizzato su un'isola dove non si guida. Altra opzione, nel centro, accanto alla Piazzetta, mangiate una buonissima pizza Da Giorgio, in un'atmosfera tradizionale con vista, e nel fondo del panorama, il Vesuvio. Per approfittare del primo bagno al mare dalla parte di Marina Piccola, il lido La Fontelina si affaccia agli impressionanti Faraglioni.

Circa 15 € la giornata

 

 

 

A 15 minuti di taxi o minibus, l'altro comune dell'isola, Anacapri, è molto più discreto. Si passeggia nella via Orlandi per approfittare della vita artigianale, e contemplare il laboratorio-bottega delle ceramiche Tavassi, poi si visita la chiesa di San Michele. Si pranza sull'affascinante Piazza Diaz, all’Angolo del Gusto. La salita con la seggiovia fino al Monte Solaro è inevitabile con il panorama sulle coste Napoletane ed Amalfitane, con vista a 360°. Per farsi piacere, si soggiorna al lussuoso Capri Palace Hotel, all'interno arredato di opere di arte appartenenti alla collezione del proprietario dei luoghi. Approfittate della navetta, 15 minuti, e dell'accesso incluso all’elegante e privato beach club Il Riccio. Perfetto per assaggiare un pesce fresco o del polipo tostato, servizio impeccabile e lettini sistemati su delle piattaforme di roccia. Menzione "meraviglioso" per la sala dei dessert

Date di aperture dei lidi da verificare secondo la stagione.

Capri By...
3 DOMANDE A ADRIANA BALBI

Front desk manager presso l'Hôtel La Floridiana Capri.

 

 

 

1/ UNA VISTA IDEALE a Capri ?

 

Quando sono sulla Piazetta delle Noci. Si arriva deviando un pò la strada che conduce all'Arco Naturale. Dal terrazzo, il panorama lascia senza voce: l'Arco Naturale, il versante sud del Monte Tiberio, la Punta Campanella, la Costiera Amalfitana dall'altro lato, ed il mare cristallino all'infinito.

 

2/ UNE ADRESSE INCONTOURNABLE ?


Il Faro, una baia rocciosa dove si fà il bagno in un'acqua limpida. Quello che rende il luogo unico, è anche il suo imponente faro che domina la roccia e la luce del sole, dalla mattina alla sera con un tramonto straordinario. Il faro di Punta Carena è il secondo più grande d'Italia dopo quello di Genova. Quel lido rimane ancora relativamente protetto delle folle.

 

3/ UNE PERSONNALITÉ EMBLÉMATIQUE de la région ? 


Senza dubbio, uno dei personaggi più conosciuti dell'isola è Guido Lembo, lo chef del ristorante Anema e Core. Un posto ed un personaggio riuniti permettendo di animare le notti pazzesche Caprese.

 

VILLA SAN MICHELE
ATELIER CERAMIQUES TAVASSI 

TERRAZZA BRUNELLA 

DA GIORGIO 
LIDO LA FONTELINA

BEACH CLUB IL RICCIO 

L'ANGOLO DEL GUSTO

CASA MORGANO HOTEL

CAPRI PALACE HOTEL 

 

Partager sur Facebook
Partager sur Twitter
Please reload

 ♡​ 

Please reload

  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • YouTube - Black Circle

INSTAGRAMOOO!